La storia di Grenouille ("Il profumo" - 4)

(Segue dal post precedente)

È nella città di Montpellier che Grenouille crea il profumo di “un uomo che ha un profumo” e se lo cosparge addosso. Si accorge dell'effetto che il suo odore ha sulle persone, confermandogli il potere enorme e nascosto di ciò che può creare. Sperimenta nuovi odori per sé e li indossa, come fossero abiti diversi adatti per diverse occasioni.

Sulla base di questa nuova consapevolezza della propria abilità, Grenouille concepisce l'idea di un profumo che lo farà amare e dominare gli uomini. Sa di poterlo fare, perché “gli uomini potevano chiudere gli occhi davanti alla grandezza, davanti all'orrore, davanti alla bellezza, e turarsi le orecchie davanti a melodie o a parole seducenti. Ma non potevano sottrarsi al profumo. Poiché il profumo era fratello del respiro.”

Grenouille completa il viaggio iniziato tanti anni prima e arriva a Grasse, dove riprende a lavorare come garzone di profumeria e sperimenta la tecnica dell'enfleurage, il metodo che permette di estrarre l'essenza odorosa di qualsiasi materia, anche non vegetale. Un giorno, è di nuovo l'odore di una fanciulla, Laure, a sconvolgerlo e a fargli intravedere la possibilità concreta di realizzare il profumo che costringerà gli uomini ad amarlo. Questa volta, però, Grenouille è paziente. Avverte che il profumo della fanciulla giungerà al suo culmine dopo altri due anni, così decide di aspettare. Intanto estrae odori prima dalle cose, poi dagli animali, infine comincia a esercitarsi con gli esseri umani.

La quiete di Grasse è sconvolta da una serie di omicidi di giovani donne, tutte ritrovate nude coi capelli tagliati. Il padre di Laure, spaventato, decide di nascondere la figlia fuori città ma l'olfatto di Grenouille non ha difficoltà a rintracciare la giovane e poi ucciderla come altre ventiquattro prima di lei. Da tutte le fanciulle, Grenouille ha estratto l'odore che userà come ingrediente per comporre il profumo capace di farlo amare e obbedire.

Grenouille si lascia arrestare, facilmente individuato come colpevole della serie di omicidi grazie alle tracce evidenti lasciate nel laboratorio e condannato a morte. Al momento della pubblica esecuzione, però, le persone attorno a lui cominciano a riverirlo e festeggiarlo. Perfino il padre di Laure lo bacia chiedendogli perdono. Nessuno può esserne consapevole, tutti sono stati influenzati dal profumo rilasciato da Grenouille. E se i cittadini di Grasse devono pur essere tranquillizzati, ecco che, per chiudere il caso, il giudice tortura il marito della profumiera per cui lavorava Grenouille, che confessa d'essere l'assassino delle giovani e viene per ciò giustiziato.

Grenouille ha raggiunto il suo scopo ma questo risultato, anziché appagarlo, è all'origine di una nuova crisi, profonda e definitiva. Con la sua abilità può condizionare, attraverso gli odori, il comportamento degli uomini ma questo potere straordinario non riesce a far sentire a Grenouille il proprio odore. Può costringere gli altri uomini a trattarlo come un Dio, ma è condannato a non sapere mai chi egli fosse. Senza un odore, non si è nulla.

Grenouille crolla. Il suo successo, il mondo, il profumo straordinario che ha creato, egli stesso, niente è più importante, niente ha più valore.

Il 25 giugno 1767 Grenouille è di nuovo a Parigi. La sera si reca nell'area antistante il Cimitero degli Innocenti, che la claar del sole di popola di ogni canaglia possibile. Stappa una boccetta. La gente intorno si sente attratta da quell'uomo, lo accerchia, vuole toccarlo, possederlo. Grenouille è squartato e divorato dalla masnada che poi, ultimo effetto del potere di Grenouille, di quel gesto efferato conserva un ricordo che la apparenta a un atto d'amore per il quale non occorre rimorso.

____

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.