Freddo è arrivato

Freddo è arrivato
e sempre indifferente
alle parole e ai gesti di chi il disagio soffre,
disordina oggi il vento la quotidiana vita.

Libero e sibilante si avventa e passa
sul viso e da ogni piccolo spiraglio,
causa di andare incerto e faticoso
contrasto imposto al maledetto gelo.

Nei gusci di stoffa ritiriamo il corpo (strane tartarughe)
con diversa fortuna riparandoci dal turbinio dell’aria.
Pochi mi sono accanto in questa meraviglia
di fronte al viaggio lungo
e straordinario
della grande corrente siberiana.

 

[ Contenuto pubblicato su antoniomessina.it il 10/12/2010 - Fonte immagine ... - Link verificati il ... ]